Settembre in Val Gardena: 6 cose da fare

Commenta

Destinazioni Italia
Settembre in Val Gardena

La fine dell’estate è un momento dolce e rilassante in Val Gardena. La luce limpida del cielo settembrino illumina un paesaggio disegnato da verdi sentieri, dalle cime del Sassolungo e del Sassopiatto, da prati immensi, malghe, chiese e castelli.
Senza la folla di agosto, la montagna – e in particolare la Val Gardena – è il regno della pace e della solitudine dove potersi godere bel tempo, escursioni e cibo d’eccezione.

Se siete pronti a partire e vivere una vacanza di settembre in Val Gardena, ecco 7 cose che vi consigliamo di fare:

1. Rigeneranti passeggiate su splendidi sentieri

La Val Gardena dispone di una fitta rete di sentieri con diversi livelli di difficoltà in modo da venire incontro alle più svariate esigenze. Potremmo suggerirvi:

  • le escursioni per famiglie: per esempio il sentiero panoramico Concordia & Sky Scraper in cima al Kronplatz – Plan de Corones, tutto pianeggiante;
  • le escursioni per i più golosi: come il Giro delle dolci tentazioni sul Latemar, passando per 8 malghe e assaggiando così 8 diversi dessert tipici;
  • le escursioni per i più avventurieri: come, ad esempio, la Traversata del Gruppo Sella (1200 metri di dislivello da terminare in 8 ore);
  • le gite per chi semplicemente ama la natura più pura: ci sono 8 Parchi Naturali UNESCO con escursioni da riempirsi gli occhi come quella alla Torre di Pisa in Val di Fiemme, nel cuore del Latemar UNESCO, l’Unesco Geo Hiking o l’itinerario panoramico Viel del Pan.

Tappa d’obbligo consigliata per respirare un’aria fresca e frizzante è l’immenso Parco Naturale Puez-Odle-Rasciesa, dove convivono armonicamente sconfinate distese verdi e scoscesi pendii.

2. Divertenti pedalate ad alta quota

Per quelli che, soprattutto in vacanza, non vogliono separarsi dalla propria mountain bike la Val Gardena è sicuramente la meta perfetta per una vacanza estiva. 30 percorsi, accuratamente segnalati e di diversi gradi di difficoltà, sono stati scelti appositamente per essere attraversati in mountain bike; la lunghezza totale di questi percorsi, situati tutti ad altitudini comprese tra i 700 e i 2450 metri, è di ben 1000 km!

Se siete dei veri bikers e amate le salite esterme, potete provare il tour Sotto “Le Odle” della Val Gardena; per i freerider c’è un tracciato di oltre 5 km che scende lungo i pendii della mitica Tognola Uno di fronte alle Pale di San Martino di Castrozza; se cercate adrenalina e downhill trovate i mille metri del Single Trail Plose in Valle Isarco. Oppure, se siete in vacanza con i bimbi e volete affrontare un percorso più tranquillo, potete pedalare lungo i 32km quadrati tutti pianeggianti del parco Moviment, in Alta Badia.

3. Tante attività con i più piccoli

Per tutta l’estate, dal mese di giugno al mese di settembre, anche i bambini possono godere di attività organizzate appositamente per loro. Il progetto Val Gardena Kids Active, infatti, offre ai piccoli amanti della montagna la possibilità di partecipare a vari laboratori il lunedì, il mercoledì e il venerdì. Tra visite al Parco naturale Puez-Odle, primi esperimenti di arrampicata, giornate insieme agli animali e prove di coraggio nel parco-avventure in mezzo al bosco, i più piccoli possono avvicinarsi alle meraviglie della montagna.

4. Panorami e scorci mozzafiato

La Val Gardena non è solo sport e avventura, ma è altrettanto ricca di suggestivi spunti di visita e relax. Amate godervi il paesaggio vagando senza una precisa meta e senza programma? Con la Supersummer Card, valida dal 4 giugno al 2 novembre 2016, potete viaggiare su tutti gli impianti aperti spaziando tra le 12 valli della zona, divise tra Trentino, Alto Adige Sudtirol e Veneto.
Altro vantaggio: è multiuso, quindi se ne paga uno e lo si può utilizzare in due.

5. Gite in paese e dintorni

Ortisei, Selva e Santa Cristina sono i più importanti paesi della Val Gardena. Ortisei è il capoluogo ed è è famoso per il suo centro storico, che racchiude opere d’arte tutte da scoprire, ma anche per la vasta offerta di attività e sport che si possono praticare e, non ultimo, come centro di shopping. Lo spettacolo più suggestivo, però, di questo luogo è offerto dalle montagne: la Resciesa a Nord, raggiungibile grazie a una funicolare, la Seceda più a Est, collegata attraverso una funivia, l’Alpe di Siusi con le sue praterie a Sud, a cui si arrivata grazie a una ovovia. Selva di Val Gardena invece, è famosa per essere il punto di partenza di molti sentieri per escursioni, passeggiate e percorsi avventurosi, oltre ad avere un piccolo centro caratteristico perfetto per trascorrere un pomeriggio o una serata di relax. Non per ultimo, Santa Cristina, forse il più suggestivo della Valle, paesino che offre panorami romantici e colori vividi e un romanticismo nascosto tra le antiche baite e le case contadine di montagna.

6. Degustazioni di specialità locali

Non si può tornare dalla Val Gardena senza qualche delizia locale. Le mille tentazioni dolci fanno rivivere le tradizione ladine e sono preparate con la ricotta e il burro di malga. Da assaggiare i cafons da pavé (krapfen ai semi di papavero), i trutes (frittelle di spinaci e ricotta), la teurta de furmenton (torta di grano saraceno) e i deliziosi strudel di mele. Un consiglio? Per colazione provate ogni giorno un dolce diverso… Non ve ne pentirete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *